20 anni di “Associazione Talami” raccontati dalla Presidente Livia Ceccarossi

20 anni di “Associazione Talami” raccontati dalla Presidente Livia Ceccarossi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I Talami come identità orsognese e come testimonianza storica di una comune cultura nell’Europa occidentale.

La manifestazione può essere vista come un “contenitore” ideale della nostra storia, del nostro passato, della nostra identità. Uno scrigno prezioso attraverso il quale i nostri avi ci parlano, ci raccontano e ci chiedono di non mollare, di continuare a portare avanti le nostre radici storiche.

Oltre ad essere portatori della nostra identità, i Talami sono testimonianza di usanze e riti che – in epoca medioevale – accomunavano tutta l’Europa occidentale. Un dato da approfondire per costruire una rete di congiunzione che abbia come nodo centrale la riscoperta di culture molto vicine tra loro. Un passato di fratellanza da cui partire per fondare nuovi legami.

E poi vent’anni di “Associazione Culturale Talami di Orsogna”, tra ricordi, fatiche, delusioni e tanta tanta passione.

Dopo questa breve premessa lasciamo la parola a Livia Ceccarossi, presidente dell’Associazione, e alle voci appassionate di Maria Antonietta, Armando, Patrizia e Mauro, che ogni tanto sentirete emergere da dietro le quinte.

Vent’anni di associazione, ricordi, emozioni.

I Talami a cui sei più legata, non come presidente dell’associazione ma come mamma. Storie, tradizioni e curiosità legate ai Talami.

In questi 20 anni avete portato i Talami fuori, vicino Milano, a York… Quali sono i tuoi ricordi, le emozioni e le reazioni di chi non li conosceva?

La ricerca del passato: manifestazioni simili in Europa ed in Italia.

La vostra ricerca circa le origini dei Talami di Orsogna.

L’ultimo Talamo, il Talamo a spalla. Quali ti sono rimasti più impressi?

Un bellissimo ricordo: l’orchestra della scuola sotto la pioggia battente.

Perché questa manifestazione è importante e perché dovrebbe andare avanti? Perché è stato importante portarla fuori?

Hai parlato di Sandro Jajani che per anni ha servito i Talami come fotografo. Il tuo ricordo di Sandro…

Com’è cambiata la tua passione per i Talami nel passaggio da bambina a cittadina con la responsabilità della realizzazione/organizzazione?

Gli obiettivi futuri. Altri vent’anni di associazione?

Un saluto a chi ci sta guardando.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
No Comments

Post A Comment